Sviluppo sostenibile

La definizione di Sviluppo Sostenibile è la capacità dell’umanità di condurre un’esistenza equa, volta al rispetto dei sistemi naturali, fonti delle risorse che utilizziamo, senza oltrepassare le loro capacità di assorbimento degli scarti prodotti dalle nostre attività, soprattutto quelle industriali.

Nel settembre del 2015 i governi dei 193 paesi membri dell’ONU hanno sottoscritto l’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile, con l’intento di definire i parametri da rispettare per ottimizzare lo sviluppo delle società umane in ottica ambientale.

Il programma è suddiviso in 17 obiettivi che il mondo si è impegnato a raggiungere in 15 anni:

SDGs_icons

L’obiettivo numero 11 si concentra nel “rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, duraturi e sostenibili”; in particolare il punto 11.4 recita: “Potenziare gli sforzi per proteggere e salvaguardare il patrimonio culturale e naturale del mondo”.

Ecoturismo e Turismo Sostenibile

 

Turismo Sostenibile ed Ecoturismo - Photo by icon0.com from Pexels

Turismo Sostenibile ed Ecoturismo – Photo by icon0.com from Pexels

Durante tutto il 2018, l’Europa celebrerà il proprio patrimonio culturale, a livello europeo, nazionale, regionale e locale. L’adesione degli stati europei all’Anno Europeo del Patrimonio Culturale è strettamente legata alla valorizzazione del turismo sostenibile e responsabile. In particolare: il Turismo  Sostenibile soddisfa i bisogni tanto dei viaggiatori quanto delle regioni ospitanti, avendo cura di proteggere e migliorare le opportunità per il futuro.

[«Al turismo di massa, si stanno affiancando formule di viaggio “slow”, che identificano nell’italian way of life e nella sostenibilità il primo requirement della vacanza sul nostro territorio”.» Giovanni Bastianelli, direttore esecutivo di Enit  – Agenzia Nazionale del Turismo.]

Anche l’Ecoturismo rientra in questo ambito di intervento, ma anche il turismo culturale e dell’heritage, profondamente legati e attenti alla storia, alla cultura locale e alla sua valorizzazione, nonché alla sostenibilità e all’accessibilità nel viaggiare, all’acquisizione dell’atmosfera dei luoghi, della suggestione evocata, al contesto del vissuto.

Ogni forma turismo per sua stessa natura implica il movimento dei turisti dalla loro fonte alla destinazione; turismo e mobilità sono quindi profondamente interconnessi.

Smart Mobility

Smart Mobility

Smart Mobility – bike sharing

L’impatto ambientale provocato dai turisti è spesso elevatissimo, lo confermano i dati dell’Eea – l’Agenzia europea per l’ambiente: secondo uno studio del 2015 aggiornato a novembre 2016, per esempio, il trasporto aereo in UE sarebbe uno dei settori maggiormente responsabili delle emissioni di gas serra in atmosfera. Dallo stesso rapporto emerge come la mobilità veicolare resta ancora uno dei più importanti inquinanti dell’aria.

La mobilità ha bisogno di essere più “intelligente” per poter perseguire il miglioramento ambientale. Conciliare mobilità e turismo è un obiettivo che può essere raggiunto attraverso l’adozione di specifiche tecnologie come Internet of Thinghs, Social Network, Open Data e Geo-fencing.

I comuni, piccoli o medi, non sono in grado di sfruttare appieno tali tecnologie: molto spesso, le informazioni relative alla mobilità elettrica e, più in generale, alle fonti rispettose dell’ambiente non sono collegate con le informazioni turistiche atte al miglioramento dell’esperienza dei viaggiatori.

Guarda la nostra soluzione per la Smart mobility: TripStories >